You are here
Home > Blog > I 12 Consigli di Ray Mears

I 12 Consigli di Ray Mears

Ray Mears è considerato una delle massime autorità nell’ambito bushcraft.
Attraverso i suoi numerosi programmi televisivi, Ray accompagna gli spettatori in meravigliosi viaggi mentre insegna e mostra le sue abilità.

Ha fondato la Woodlore School nel 1983 per condividere le sue conoscenze sulle abilità all’aperto, fondendo nuove tecnologie e antica saggezza.

LA FILOSOFIA PER L’OUTDOOR

Di seguito sono riportati alcuni principi guida che Ray ha stabilito per avere una linea di condotta per le avventure nella natura.
Questi principi, che egli chiama “tradizioni del legno“, sono idee di base che possono aiutarci a muoverci in sicurezza e in armonia con la natura.

Ecco i 12 punti base:

1. NON SFIDARE LA NATURA, SFIDA TE STESSO

Occasionalmente sentirai persone parlare di battere gli elementi conquistando una montagna o attraversando una distesa di ghiaccio.
La verità è che la sfida è con te stesso.
Hai le abilità richieste? Riesci a superare la paura? Nessuno può battere gli elementi; tutti quelli che non riescono a prestare attenzione ai segnali di avvertimento o hanno la stupidità di avanzare a prescindere corrono grossi rischi.
Piuttosto mettiti alla prova ma sappi quando è ora di tornare indietro; accresci le tue abilità e cerca di capire al meglio come funziona la natura.

2. SE STAI FATICANDO, PROBABILMENTE STAI FACENDO QUALCOSA DI SBAGLIATO

Non guadagni punti per il trasporto di uno zaino pesante o per qualsiasi atto di resistenza auto-imposta.
Certo puoi allenarti in previsione di una spedizione tosta ma se c’è un modo per sentirti più a tuo agio, senza che lo sforzo diventi uno svantaggio, fallo.
In situazioni di emergenza in particolare, basta anche una minima difficoltà per farti trovare nei guai e con il morale a terra.

3. DAI SEMPRE IL 100% DA SUBITO

Che si tratti di allestire un rifugio, accendere un fuoco o altro, se non ci metti il massimo dell’impegno da subito rischi di sprecare le tue energie e dover ricominciare più volte da capo.

4. RAGGIUNGI LA MASSIMA EFFICIENZA CON IL MINIMO SFORZO

Evita il più possibile di sprecare energie inutilmente.
Se per esempio devi raccogliere legna per il fuoco non fare venti viaggi per portare ogni volta pochi rami per mano.

5. NON PERDERE MAI UN’OPPORTUNITÀ

Questo è molto importante.
Mentre cammini, se dovessi trovare acqua, cibo o esche per l’accensione di un fuoco, approfittane.
Raccoglili mentre passi perché potresti non avere l’opportunità in seguito, quando ti sono indispensabili.
Ciò è particolarmente importante per i materiali utili per il fuoco perchè a fine di una giornata di cammino potrebbe piovere o aver piovuto bagnando l’esca disponibile sul posto.
Abbi una mentalità opportunista.

6. PER QUANTO È POSSIBILE, ADATTA LE TUE ASPETTATIVE A UN LIVELLO CHE PUOI SODDISFARE DATE LE CIRCOSTANZE

Se non puoi costruire un grande rifugio confortevole, accontentati di un piccolo rifugio.
Se non c’è una grande varietà di cibi selvatici disponibili, sii grato per quello che trovi.
Fai lavorare la psicologia per te.
Sii realistico – cerca la comodità ma non lavorare troppo per raggiungere questo obiettivo: non serve a nulla costruire un rifugio sontuoso se per costruirlo a tutti i costi ti esaurisci.
Inoltre, non sottovalutare ciò che puoi ottenere.

7. MANGIA SOLO CIÒ CHE HAI IDENTIFICATO IN MODO CERTO COME COMMESTIBILE

Non fidarti dei test del gusto e non sperimentare in alcun modo piante sconosciute o altro da utilizzare come alimento.
L’unico vero modo per mangiare in sicurezza è sapere prima di un’avventura cosa si può mangiare e come preparare il cibo.

8. CONSIDERA TUTTA L’ACQUA SEMPRE COME INFETTA

Anche l’acqua che sembra pulita e fresca può essere contaminata; non si può dire a colpo d’occhio.
Fai sempre bollire l’acqua per eliminare la carica batterica. Per gli inquinanti chimici si sono altri sistemi.

9. LO STATO DEL TUO FUOCO È DIRETTAMENTE PROPORZIONALE AL TUO LIVELLO DI MORALE

Qualunque sia il tuo livello di morale, se riesci ad accendere un fuoco questo aumenterà, ma se fallirai si abbasserà inesorabilmente.
Se non sei sicuro della tua capacità di accendere un fuoco sotto la pioggia, potrebbe essere meglio aspettare che smetta prima di provare.

10. OGNI VOLTA CHE RACCOGLI DELLE RISORSE PENSA ALLA SELEZIONE NATURALE. QUESTA È LA “VIA” DELLA NATURA

Lascia il forte, raccogli il debole; quando raccogli il cibo, dovresti sempre lasciare delle porzioni di piante sane, molluschi o altro per continuare la linea.
Con questa tradizione, le creature sane più forti avranno migliori possibilità di sopravvivenza e quindi prolifereranno in futuro.

11. PORTA VIA SOLO RICORDI, LASCIA SOLO IMPRONTE

Ove possibile minimizza il tuo impatto sull’ambiente naturale e cerca sempre di lasciare i luoghi in uno stato migliore di come li hai trovati.

12. CERCA DI MANTENERTI IN FORMA E NON ARRENDERTI

Ogni singola abilità o tecnica che cerchi di imparare od utilizzare ti verrà più facile da padroneggiare se sei in forma. 
Le attività all’aria aperta possono anche essere rischiose a certi livelli e una forma fisica ottimale potrebbe essere la tua ultima linea di difesa in tali circostanze.

Ray ha condiviso le sue 12 tradizioni del legno per fornire delle linee guida utili alla vita all’aria aperta.
Un ulteriore consiglio potrebbe essere: Scopri tutto ciò che puoi e adatta ciò che fa per te.

Spero che tu possa imparare da queste 12 tradizioni del legno e adattarle per le tue avventure.

Tratto da: https://www.natureoutside.com/advice-ray-mears/

Top